Indietro

Lotta all’abusivismo degli affitti turistici: parte da Jesolo il progetto Rent-It-Italy.

Partirà ufficialmente da Jesolo il brand RENT-IT-ITALY, sviluppo progettuale di Rent-it-Venice, società che gestisce oltre 150 immobili selezionati e dedicati agli affitti turistici tra Venezia e Mestre.

Jesolo, 14 settembre 2018 – Dopo l’allarme lanciato nelle scorse settimane dal sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia, preoccupato per l’espandersi in maniera esponenziale del fenomeno degli affitti turistici e degli affitti brevi slegati da ogni forma di controllo (sia sul fronte fiscale che su quello della sicurezza), Francesco Beraldo, fondatore insieme a Massimo Michielan di Rent-It-Venice, ha scelto proprio la località balneare per espandere il modello di gestione legato alla figura del cosiddetto Property Manager. Nel mirino, come ormai si sa, c’è l’abusivismo di settore, una piaga crescente che ha indotto i property manager ad affiancare gli albergatori nella battaglia al fenomeno Airbnb e, più in generale, a tutti quegli affitti turistici privati di fatto fuori da ogni controllo.

Il momento è strategicamente fondamentale per il settore nel Veneto, considerato che proprio in questi giorni la Regione, avvalorando in qualche modo le indicazioni che giungevano dai professionisti nella gestione degli affitti turistici, ha annunciato la prossima introduzione del Codice Obbligatorio Identificativo per gli appartamenti destinati alla locazione turistica, anche breve. “La nostra proposta – spiega Beraldo – vuole sancire il principio fondamentale di legalità e concorrenza leale, a partire dal pagamento certo della tassa di soggiorno. Sia chiaro che nessuno vuole impedire a queste realtà di esercitare la loro attività: noi chiediamo, molto più semplicemente, regole chiare e uguali per tutti”.

È di queste ore, tra l’altro, la notizia che Francesco Beraldo, con la sua società Rent It Venice, è entrato in PM Italia come socio fondatore. L’Associazione Property Managers Italia conta quasi 150 soci per una rappresentanza totale di circa 25mila proprietari di immobili, con appartamenti distribuiti capillarmente in tutta Italia: è nata per rappresentare e supportare nella loro attività gli imprenditori dell’ospitalità residenziale in ambito turistico e non solo, i professionisti che con continuità gestiscono proprietà anche attraverso portali come Airbnb, Booking o HomeAway, coordinandone gli affitti brevi ed i servizi relativi.

 

$('.owl-carousel1').owlCarousel({ loop:true, margin:0, nav:true, responsive:{ 0:{ items:1 }, 600:{ items:1 }, 1000:{ items:1 } } })